Skip to content

SUMODP.COM

Centro download italiano: ottieni i tuoi giochi e film preferiti dal mio hosting!

FORREST GUMP ITALIANO SCARICARE


    Download Forrest Gump Torrent ITA in HD e completamente gratis. [ VELOCITA' DOWNLOAD 4 MB/s]. Forrest Gump. T 2h 22minFilm premiati agli Oscar. Forrest Gump è un uomo gentile e di animo semplice che si trova coinvolto in quasi tutti gli eventi più. Forrest Gump, mentre attende un autobus seduto a una fermata di Savannah ( Georgia), racconta la storia della sua vita, caratterizzata da. Forrest Gump è un ragazzo non proprio idiota, ma dal basso coefficiente di intelligenza. Devi essere loggato per visionare o scaricare il film. Forrest Gump - Un film di Robert Zemeckis. Suggestiva parabola di un uomo puro che sconvolse l'America. Con Tom Hanks, Robin Wright, Gary Sinise, Mykelti.

    Nome: forrest gump italiano re
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
    Licenza:Gratis!
    Dimensione del file:36.80 MB

    FORREST GUMP ITALIANO SCARICARE

    Risultati: Esatti: 2. Tempo di risposta: ms. Parole frequenti: , , , Altro Espressioni brevi frequenti: , , , Altro Espressioni lunghe frequenti: , , , Altro Powered by Prompsit Language Engineering per Softissimo.

    Entra in Reverso, è semplice e gratis! Registrati Connettiti. In base al termine ricercato questi esempi potrebbero contenere parole volgari. In base al termine ricercato questi esempi potrebbero contenere parole colloquiali.

    Traduzione di "il ruolo di Forrest Gump" in inglese. Questo attore ha vinto un Oscar per il ruolo di Forrest Gump:.

    Guarda su Amazon Prime Video. Regia: Robert Zemeckis. Musiche: Alan Silvestri. Palinsesto di tutti i film in programmazione attualmente nei cinema, con informazioni, orari e sale. Inizia la ricerca. Trova Streaming. Trova i migliori Film e Serie TV disponibili sulle principali piattaforme di streaming legale. Borders Supervising Sound Editor. George Murphy CG Supervisor.

    Stephen Rosenbaum CG Supervisor. Debbie Denise Visual Effects Producer. Debbie Denise Visual Effects Editor. Ken Ralston Visual Effects Supervisor. Bud Davis Stunt Coordinator. Chris Squires Camera Operator. Phillip V. Caruso Still Photographer. Dan Bronson Costume Supervisor. Pamela Wise Costume Supervisor. Patricia Bercsi Set Costumer. Rudolph Garcia Set Costumer. Stephen P. Shubin Set Costumer. Kenneth Karman Music Editor. Joel Marrow Transportation Coordinator. Leslie Cook Choreographer.

    Peggy Pridemore Location Manager. Amy Ness Location Manager. Mary Morgan Location Manager. Jessica Drake Dialect Coach. Jane E. Russell Unit Publicist. Charles Newirth Co-Producer. Joe Montenegro Special Effects. William B. Kaplan Production Sound Mixer. Greg Maloney Visual Effects. Judith A. Cory Hair Designer. Allen Hall Special Effects Supervisor. Jeremiah O'Driscoll Assistant Editor.

    Steven J. Boyd Post Production Supervisor. Rick Porras Post Production Supervisor. Lindsey Buckingham Thanks. Robert J. Groden Thanks. Susan Malerstein Script Supervisor.

    Craig Lyman Makeup Artist. Bruce Moriarty First Assistant Director. Barry Spencer Construction Foreman. Brett Haas Location Scout.

    Stasera in tv: "Forrest Gump" su Rete 4

    Samuel Ray Jablonski Painter. Stefan Dechant Production Illustrator. John Gazdik First Assistant Camera. Ismael Araujo Jr. Jessica Fasman Assistant Costume Designer. Hallie D'Amore Makeup Designer. Alleene C.

    Keith Seamstress. Scott Mobley Carpenter. Amy Panzer Craft Service. Jim DePue Driver. Joel Sill Executive Music Producer. Chris Johnson Loader. Tyler C. Rebel Rouser 3. Walk Right In 5. Land Of Dances 6. Blowin' In The Wind 7. Fortunate Son 8. Respect Difficile da immaginare. Tenente Dan! È come dice lei. DAN: Hanno conferito a te, un imbecille, un broccolo che va in televisione a fare la figura del deficiente davanti all'intero dannatissimo Paese, la Medaglia d'Onore del Congresso?

    DAN: Bene, allora la cosa è perfetta! Ho soltanto una cosa da aggiungere. Dio maledica questa benedetta America. Il tenente Dan mi disse che stava in un albergo. E siccome non aveva le gambe, passava quasi tutto il tempo a esercitare le braccia. DAN: Volta a destra. Volta a destra! DAN: Vivo attaccato al capezzolo del Governo. Lo succhio tutto. Ehi, ehi, ehi! Ma sei cieco? DAN: Non lo vedi che sto camminando? DAN: Forza, vai, vai, vai! Dio vi benedica. Non lo sapevo, signore. DAN: Ah, ah, ah!

    Tutti quegli storpi dell'Associazione Veterani Non fanno altro che parlare di questo. Gesù qui, e Gesù là. L'ho trovato Gesù? Hanno perfino mandato un prete a parlare con me. Ha detto che Dio ci ascolta, ma che io devo aiutarmi da solo. Hai sentito quello che ho detto? Camminare a fianco a lui nel regno beato dei cieli. Beh, accidenti al mio culo sciancato! Dio ci ascolta. Sono tutte stronzate.

    DAN: Ah. Prima di andarci, perchè non muovi quel tuo culo fino all'angolo e prendi un'altra bottiglia di vino fetente? Questo è il posto del vecchio Hotel Astor, e DAN: Barche per gamberi? A chi gliene frega un cazzo delle barche per gamberi? Ho fatto una promessa a Bubba in Vietnam: non appena finiva la guerra, diventavamo soci. Lui era il capitano della barca, e io il suo primo ufficiale. DAN: Capitano di una barca per gamberi?

    Una promessa è una promessa, tenente Dan. DAN: Ah, ah, ah, ah! Avanti, sentite questa, ah, ah, ah, ah! Il militare Gump, qui, diventerà il capitano di una barca per gamberi.

    Ah, ah, ah, ah! Beh, sai che ti dico, Robinson? DAN: Se mai tu diventi capitano di una barca, quel giorno io divento astronauta! Chi è il tuo amico? Non ti si vede molto in giro, sai? Dovevi essere qui a Natale, perchè Tommy ha dato da bere gratis e ha offerto a tutti un panino col tacchino. DAN: Bene, bene, bene, avevo compagnia.

    Ma noi ci siamo appena state! Quella è Times Square. Non è fantastico il capodanno? Si ricomincia tutto dall'inizio. Chissà come stava passando la notte di capodanno in California. Buon Anno! Ma che problemi hai? Che problemi ha quello? Per caso hai perso il pisello in guerra o che altro? DAN: Che cos'hai detto? DAN: Ehi!

    Non devi più chiamarlo stupido! DAN: E tu sta' zitta! Non lo devi chiamare mai più stupido! DAN: E prendete i vostri maledetti vestiti!

    Fuori dalle palle ho detto! DAN: Avanti! Fuori di qui! Fenomeno da circo! DAN: No! Quella sapeva di sigaretta. Il tenente Dan aveva capito che ci sono cose che non si possono cambiare.

    Scarica anche:DIRECTX 8.1 SCARICARE

    DAN: Felice anno nuovo, Gump. Qualche mese dopo, invitarono me con la mia squadra a visitare la Casa Bianca. E incontrai il presidente degli Stati Uniti, di nuovo. Solo che, questa volta, non ci dettero una stanza in un albergo di lusso. Conosco un albergo molto più carino. E' nuovissimo. Molto moderno. Forse è meglio che manda qualcuno a vedere nell'ufficio di fronte.

    Non c'è luce, staranno cercando la scatola delle valvole, perchè quelle torce mi tengono sveglio. Controllo subito.

    Il vicepresidente Ford si insedierà come presidente in questo ufficio. Mentre rammento le grandi speranze per l'America per le quali abbiamo Ho qui il tuo congedo, figliolo. Il tuo servizio è terminato. Sono tornato, mamma. Lo so. Louise, è qui! Avete sentito? È arrivato! Vieni dentro.

    Forrest Gump, il racconto di trent'anni di Storia aspettando il bus sulla panchina - sumodp.com

    Abbiamo avuto ogni genere di visitatori, Forrest. Vogliono che usi il loro materiale da ping-pong. Un tale ti ha anche lasciato un assegno di 25mila dollari se tu accetti di dire che ti piace usare la loro racchetta. Salve, signora Louise. Magari potevi tenerla un po' in mano, vedi se ti sconfinfera la cosa. È strano come le cose si arrangiano. Sono io, Forrest Gump. Mi ricordo tutto quello che mi hai detto, e ho già calcolato tutto.

    Voglio prendere i Lei è stupido o che? È tutto quello che è rimasto dopo che ho detto: "Quando ero in Cina nella squadra nazionale ping-pong, mi piaceva giocare a ping-pong con la mia racchetta da ping-pong Flex-o-lite". Tutti sanno che non è vero, ma mamma ha detto che è una bugietta, non faceva male a nessuno. Ora, Bubba mi aveva detto tutto quello che sapeva sulla pesca dei gamberi, ma sapete che cosa ho scoperto?

    La pesca dei gamberi è dura!

    Soltanto cinque. Hai mai pensato di dare un nome a questa barca? Porta sfortuna una barca senza nome. Ora, non avevo notizie di Jenny da molto, ma pensavo tanto a lei. Qualunque cosa stava facendo le auguravo la felicità. Pensavo a Jenny tutti i giorni. Tenente Dan, che ci fa qui? DAN: Beh, voglio vedere se mi reggo in piedi su una barca. Mi hai scritto una lettera, idiota. Bene, bene, il capitano Forrest Gump. Dovevo vederlo con i miei occhi, eh, eh, eh.

    Una volta ti ho detto che se diventavi capitano di una barca per gamberi, sarei stato il tuo primo ufficiale. Beh, eccomi qui. Sono un uomo di parola, io, che credi?

    La mia barca. DAN: Ho il presentimento che se ci dirigiamo a est, troveremo i gamberi.

    Gira a sinistra! DAN: Laggù! Sono da quella parte! Mettiti al timone e gira a sinistra! DAN: Gump, ma che fai? A sinistra!

    È laggiù che troveremo quei gamberi, ragazzo mio! È laggiù che li troveremo. DAN: E va bene, mi sono sbagliato. DAN: Beh, magari ti conviene andare a pregare Dio.

    A volte veniva anche il tenente Dan, anche se lasciava a me le preghiere, credo. Niente gamberi. DAN: Dove diavolo sta questo tuo Dio? DAN: Non affonderai mai questa barca! DAN: Fatti sotto! E questa la chiami una tempesta? Soffia, brutto figlio di puttana! Ora siamo arrivati alla resa dei conti! Tu e io! Guarda, sono qui! Vieni a prendermi! Non affonderai mai questa barca! E come in altre città lungo tutta la costa. A Bayou La Batre l'intera industria dei gamberi è rimasta vittima di Carmen ed è stata messa in ginocchio.

    Parlando con le autorità locali, il vostro giornalista ha appreso che in effetti una sola barca per gamberi è sopravvissuta alla tempesta. Louise, c'è Forrest! E siccome la gente chiedeva ancora i gamberi per i cocktail di gamberi e la grigliata e il resto, e noi eravamo la sola barca rimasta, Bubba-Gump gamberi venivano comprati.

    Abbiamo un bel mucchio di barche. Dodici Jenny, un grosso magazzino. Abbiamo anche i cappelli, con "Bubba-Gump" sopra. Bubba-Gump Gamberi. È una marca conosciuta. UOMO: Aspetti un momento, ragazzo.

    Lei vuole dirmi che è il proprietario della Bubba-Gump Gamberi Corporation?

    Forrest Gump

    Abbiamo più soldi di Davy Crockett. UOMO: Oh!

    Ne ho sentite di balle in vita vita, ma questa le batte tutte. Ah, eravamo seduti vicino ad un miliardario. Questo è lui. DAN: Forrest, non ti ho mai ringraziato per avermi salvato la vita.

    Il Presidente Base a Jenny 1. DAN: Qui Jenny 1. Forrest è indisposto al momento. Vieni a sederti qui. La mia ora è arrivata.

    Oh, avanti La morte fa solo parte della vita. È una cosa a cui siamo destinati tutti. Io non lo sapevo, ma ero destinata a diventare la tua mamma. Ho fatto il meglio che ho potuto.

    Tu devi fare del tuo meglio con quello che Dio ti ha concesso. La vita è una scatola di cioccolatini, Forrest. Non sai mai quello che ti capita. Le comprai un cappello nuovo, con sopra dei fiorellini. E non ho altro da dire su questa faccenda.

    Non aveva detto che aspettava l'autobus numero sette? FORREST: Ora, siccome ero stato una stella del football, e un eroe di guerra, e una celebrità, e un capitano di barche per gamberi, e anche un laureato, gli alti papaveri di Greenbow, in Alabama, decisero di riunirsi e di offrirmi un fantastico posto.

    Una cosa in meno". Ora, mamma diceva che un uomo ha bisogno di un tanto di soldi e non di più, e il resto serve solo a fare il pavone. E ne diedi un bel mucchietto all'ospedale per i pescatori di Bayou La Batre. E anche se Bubba era morto, e il tenente Dan diceva che ero pazzo, diedi la parte di Bubba alla mamma di Bubba.

    E sa una cosa? Non dovette più lavorare nella cucina di nessuno. Ma la notte, quando non c'era niente da fare e la casa era tutta vuota, pensavo sempre a Jenny.

    E poi, eccola là. Era meraviglioso averla a casa. Tutti i giorni ci facevamo una passeggiata, e io cicalavo, come una cicala in agosto. E lei ascoltava la storia del ping-pong, dei gamberi e del viaggio di mamma in Paradiso. Chiacchieravo sempre io, e Jenny molto spesso se ne stava zitta. Non ho mai saputo perchè era tornata, ma non m'importava. Era come ai vecchi tempi. Eravamo di nuovo come pane e burro. Ogni giorno, raccoglievo dei fiori e glieli mettevo in camera. Sono fatte apposta per correre.

    Eh, beh, eravamo come una famiglia, Jenny e io Non la guardi più?